Immagini social network: 6 suggerimenti per renderle efficaci

Molte persone usano i siti di social network per promuovere le loro aziende, ma non sempre sanno come rendere le loro immagini efficaci. In questo articolo vogliamo darti alcuni consigli pratici su come migliorare il look della tua bacheca e dare una spinta ai tuoi profili social.

Ogni giorno ci capita di vedere la qualunque sui social: foto e grafiche realizzate alla meno peggio dall’amico (o dal famoso “mio cugggino”), immagini scaricate da Google (che, tra l’altro, è illegale se le immagini sono coperte da diritto d’autore e l’utilizzo è pubblico o commerciale) e perfino foto con il watermark in sovraimpressione.

Va sempre bene usare questo atteggiamento di scarsa qualità, che può far venire meno la fiducia da parte del cliente verso il tuo brand?

Assolutamente no e vi spieghiamo il perché in questo articolo.

Quanto sono importanti le immagini sui social? 

Tanto!

Durante la pianificazione di una strategia social sarà necessario dedicare il giusto tempo non solo ai testi, che giocano un ruolo importante e di supporto al messaggio che si vuole mandare, ma anche alle immagini. 

Prova a pensare: quando scrolli il feed dei social network cosa ti spinge a fermarti improvvisamente su un post? 

Sarà forse grazie al testo scritto in italiano forbito e sofisticato oppure sarà merito di una bella immagine accattivante? Siamo quasi certi che sarà per la seconda opzione.

Di fatto non importa quanto siano eloquenti le parole del post, la cosa che rimarrà più impressa sarà l’immagine.

Le foto sono essenziali sui social network, però attenzione!Come per il linguaggio (hashtag, tone of voice etc.) anche per le immagini esistono delle regole semplici e fondamentali da seguire al fine di implementare una strategia di marketing efficace e funzionante. 

Il cervello elabora le informazioni visive 60.000 volte più velocemente dei testi

E allora, che cosa fare per far risaltare le immagini della tua azienda tra le altre centinaia che i tuoi follower vedono ogni giorno?

Ecco i nostri 6 semplici suggerimenti.

1- Fai attenzione alle dimensioni delle foto

Ogni social media ha bisogno di una dimensione diversa delle immagini e come tale deve essere rispettato per coinvolgere il proprio pubblico e anche per la resa visiva sul profilo.

Facebook ad esempio necessita di diversi formati in base all’utilizzo: dall’immagine di copertina a quella del profilo, passando per i classici post fino a quelli carosello. Oppure i formati per Instagram: Reel, Storie, SlideShow etc. 

Abbiamo preparato questo schema per ricordarti i formati in base ai diversi canali social: 

FACEBOOK:

• Link condiviso: 1200 x 628 px

• Immagine del profilo della pagina aziendale: 180 x 180 px

• Foto di copertina di Facebook: 820 x 312 px

• Storie di Facebook: 1080 x 1920 px, proporzioni 9:16

• Immagine quadrata: 1080 x 1080 px, proporzioni 1:1

• Immagine verticale: 1080 x 1350 px, proporzioni 4:5

• Immagine puzzle: 1200 x 800 px e 800 x 800 px

INSTAGRAM:

• Immagine profilo: 110 x 110 px

• Immagine quadrata: 1080 x 1080 px, proporzioni 1:1

• Immagine verticale: 1080 x 1350 px, proporzioni 4:5

• Storie: 1080 x 1920 px, proporzioni 9:16

• Instagram video: Proporzioni: da 1.91:1 a 9:16 con foto copertina: 420 x 654 px

• Instagram Reels: 1080 x 1920 px, proporzioni 9:16

LINKEDIN:

• Immagine di copertina della pagina aziendale: 1192 x 191 px

• Immagine del logo dell’azienda: 300 x 300 px

• Post image o link: 1200 x 627 px

TIK TOK:

• Video TikTok: 1080 x 1920 px, proporzioni 9:16 durata 15 – 60 secondi

2 – Esporta le foto nel formato file giusto 

Spesso capita di uploadare una foto sui social e rendersi conto che risulta poco definita e un pò sfocata. Quale è il problema? Facebook, e qualsiasi altro social, di default comprime le immagini facendole apparire come di scarsa qualità. Per ovviare questo problema bisogna caricare sempre foto in alta definizione selezionando il formato in base alla tipologia di file: JPEG per foto semplici e PNG per le grafiche. 

3 – I colori comunicano sempre qualcosa!

Il fattore cromatico può influire molto sull’acquisto o in generale sull’attenzione del consumatore; ad ogni colore infatti corrisponde un’emozione diversa trasmessa. Il 90% dell’idea che ci facciamo su un prodotto o un servizio, quando lo vediamo per la prima volta, è basata sul colore. Di questo argomento ne parleremo in modo più approfondito prossimamente!

4 – Non copiare gli altri 

Ti è mai capitato di chiederti il perché della somiglianza tra diversi profili a livello di stile, colori e immagini?

Il rischio di imitare i competitors è che poi apparirà tutto uguale, rischiando di non colpire il tuo pubblico. Se usi immagini personalizzate o grafiche creative, sarai in grado di catturare la loro attenzione. 

Qui però è fondamentale prestare attenzione alle foto che si utilizzano: mai, ripetiamo MAI, utilizzare foto trovate su Google perché sono soggette a copyright. 

Se non vi è possibile scattare foto di vostra proprietà, potete trovare delle immagini gratuite e d’impatto su specifici siti web; troverete immagini creative commons zero alimentati da community indipendenti. Ecco qualche suggerimento:

Pexels: non ha solo foto fantastiche, ha anche video di alta qualità. Se un’immagine vale più di mille parole, un video ne vale un milione;

Picjumbo: fa un ottimo lavoro nel classificare i contenuti per rendere la ricerca della foto un processo rapido e indolore. Lo stile delle foto che offre è molto meno scenografico e più realistico della maggior parte dei siti di stock;

Unsplash: la qualità delle foto di Unsplash non ha eguali. La loro ampia varietà e stile artistico offrono un ottimo modo per spezzare la monotonia su una pagina;

Gratisography: le foto sono divertenti e bizzarre; la loro selezione brillante e divertente può essere una miniera d’oro per i blogger alla ricerca di un’immagine in primo piano accattivante e insolita;

Startup Stock Photos: è il luogo perfetto per trovare foto a tema su startup tecnologiche, ambienti creativi e millennial. Le loro foto sono casuali, sincere e realistiche;

Oliur: le foto sono appena state lanciate, quindi non ci sono molti contenuti, ma è sicuramente un sito da tenere d’occhio. Il calibro del lavoro proveniente da Oliur è di alto livello… questo sito fa parte della cassetta degli attrezzi di ogni creatore di contenuti;

Pixaby: database davvero ampio di immagini, grafica vettoriale e molto altro che può essere filtrato o ordinato per orientamento, tipo di supporto, ecc. Pixabay offre anche immagini e altri contenuti royalty-free come video, grafica vettoriale, ecc. sotto Creative Commons CC0, così puoi usarlo ovunque senza problemi;

Kboompics: foto stock molto belle e uniche di Karolina Grabowska. Diverse migliaia di immagini sono particolarmente adatte per Instagram e Social Media. Qui trovi sicuramente uno scatto speciale. Si consiglia di leggere il contratto di licenza per andare sul sicuro. Le foto royalty-free di Karolina Grabowska sono sicuramente qualcosa di speciale e si distinguono bene dagli altri siti;

Negative Space: rende disponibili gratuitamente molte foto ogni settimana. Anche in questo caso, le foto sono selezionate con cura, facili da trovare e le categorie sono utili per ottenere rapidamente le immagini desiderate. Negative Space ha alcune immagini che non troverai su altre piattaforme royalty-free. Se hai bisogno di foto più speciali, dovresti darci un’occhiata.

5 Ricordati di brandizzare le immagini 

Nelle foto che pubblichi, che siano grafiche o solo fotografie, ricordati sempre di inserire il logo della tua azienda. Questo sia perché aumenti del 67% l’attenzione del tuo pubblico sia perché “scoraggi” gli altri a rubarti l’immagine e ricondividerla spacciandola per loro. 

6 – Fai attenzione alla regola dei terzi

Ne avete mai sentito parlare? La regola dei terzi non si applica solo nelle foto ma anche a qualsiasi altra immagine, che sia un’illustrazione o una grafica per i social.

Ecco come funziona: lo spazio dovrà essere suddiviso in una griglia costituita da due linee verticali e due linee orizzontali equidistanti, ottenendo così 9 riquadri identici.

I punti che si intersecano sono i punti chiave dove si può posizionare l’oggetto o il soggetto che si vuole rappresentare. In questo modo focalizzerete sui punti giusti gli elementi chiavi della foto che volete mostrare. 

Metti in pratica questi consigli e i tuoi social network avranno subito più successo!

Vuoi mettere ordine al tuo marketing digitale?

Gli ultimi articoli
Brand Identity

Branding B2B: perché ne hai più bisogno che mai

Perché continuiamo a pensare ai marchi B2B e B2C come a due entità diverse? È vero, hanno un pubblico diverso, ma tutti i tipi di pubblico hanno una cosa in comune: sono tutte persone.
E le persone, come sappiamo dal mondo delle neuroscienze, pensano ed elaborano le informazioni allo stesso modo.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.