Barometro Covid-19 di Kantar. Restare connessi con le persone nei momenti di crisi.

Secondo lo studio Kantar, le persone non si aspettano che le aziende smettano di fare pubblicità, ma che diano un contributo positivo alla società.

Il barometro COVID-19 di Kantar esamina l’impatto sul comportamento di acquisto, la fruizione dei media e su ciò che i consumatori si aspettano da brand e aziende.

Lo studio, condotto su un campione di 25.000 consumatori in 30 paesi del mondo, verrà aggiornato con cadenza quindicinale (estendendosi a 46 paesi) per monitorare il cambiamento nel sentiment dei consumatori nelle varie fasi della crisi sanitaria e offrire ai brand una direzione chiara per rimanere “vicini e connessi” ai propri clienti. I risultati completi sono disponibili qui.

Ecco alcuni numeri che sono emersi dallo studio;

🔎 La navigazione sul web cresciuta del 70%.

📣 il 92 % dei consumatori vuole che i marchi continuino a comunicare.

📱 L’impegno nei social media è aumentato del 61% rispetto ai tassi di utilizzo abitualmente osservati.

Ciò che i consumatori si aspettano dalla pubblicità:

  • 77% – Parlare dell’utilità del marchio nella nuova vita quotidiana.
  • 75% – Informarlo sui suoi sforzi per affrontare la situazione.
  • 70% – Adottare un tono rassicurante.

Un consiglio: continua a comunicare sul tuo sito e sui social network, tenendo conto del contesto attuale!

Vuoi mettere ordine al tuo marketing digitale?

Gli ultimi articoli
Strategia di marketing

Marketing sostenibile alla guida del cambiamento aziendale

La comunicazione green e la strategia di marketing sostenibile hanno l’obiettivo di rafforzare la presenza dell’azienda e la sua competitività sui mercati sfruttando il grande valore della sostenibilità, aspetto sempre più richiesto da investitori, stakeholder e clienti.

Brand Identity

Branding B2B: perché ne hai più bisogno che mai

Perché continuiamo a pensare ai marchi B2B e B2C come a due entità diverse? È vero, hanno un pubblico diverso, ma tutti i tipi di pubblico hanno una cosa in comune: sono tutte persone.
E le persone, come sappiamo dal mondo delle neuroscienze, pensano ed elaborano le informazioni allo stesso modo.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.