Smetti di postare sui social!

Se non riesci ad essere autentico allora l'opzione migliore per te è smettere di fare qualsiasi cosa. Mostrare se stessi, con naturalezza e spontaneità comunica più di qualsiasi offerta commerciale.

Vuoi usare i social network nel modo giusto? La prima cosa da fare è “imparare” la lingua di ognuno di loro.

1644570471035

Sono passati 8 o 9 anni da quando comparve sul web questa immagine. La capacità di sintesi di questa fotografia è straordinaria.

Se hai qualche capello bianco sicuramente starai sorridendo a leggere nomi di social network ormai spariti (qualcuno ha detto Google+? Last FM? 😁)

Nel 2014 lessi un articolo della CNN che illustrava come Facebook avesse cambiato il modo in cui parliamo.

Tornate indietro nel tempo e provate a fermare una persona e dirle “Sei bellissima. Ti taggherò così avrò tanti like” … ti avrebbe preso per pazzo.

“Mi piace” diventa sostantivo, verbo e chissà cos’altro. I cuoricini di Instagram sono raccolti come misura di coinvolgimento e popolarità. A tutti piace sentirsi popolari… e in fondo in fondo credo sia giusto perché aumenta l’autostima 🤣
(basta che l’eventuale mancata popolarità non diventi una patologia da psicologo).

Ma torniamo al tema principale.

Cosa e come postare sui social network per aiutare la tua azienda a conquistare la notorietà?

Basta una googlata tipo “social media post ideas” per essere invasi di consigli. Alcuni validi, altri piatti e per niente innovativi, forse mediocri, scontati e copiati.

Facciamo uno sforzo e proviamo ad andare avanti.

Perché si chiamano social network?

Perché appunto “ospitano” persone e community. Poi ci sono anche le aziende (fatte da persone) che promuovono i propri servizi (almeno Mark e compagnia bella possono monetizzare qualcosa).

Proverò a fornire un punto di vista leggermente diverso e consigliarvi alcuni tipi di post sui quali potreste almeno tentare un approccio.

La considerazione a cappello è che non dovete sempre e comunque vendere il vostro prodotto o servizio. Dovete vendere anche le vostre persone, voi stessi, il vostro umorismo, la vostra empatia e perché no anche l’amore per quello che fate. 

Parola d’ordine: autenticità.

DIETRO LE QUINTE

I contenuti dietro le quinte tendono a sembrare più autentici e umani. Possono aiutare a stabilire la fiducia con il tuo pubblico. Questo tipo di contenuto gradevole crea un senso di trasparenza, rendendo il contenuto più credibile.

CONDIVIDI UNA BATTUTA

L’umorismo e la risata sono dei toccasana. Scacciapensieri che abbassano i livelli di stress. Le persone amano mescolarsi con altre persone che apprezzano l’umorismo. È lo stesso motivo per il quale ci ritroviamo coinvolti solo vedendo un’altra persona ridere.

STORIE PERSONALI

Le storie hanno un modo di attirare l’attenzione completamente diverso da una narrazione fatta di testo o cifre. Comunicano e danno la possibilità di rafforzare e modellare le opinioni dello “spettatore”.

VIDEO BREVI

Hanno un potenziale di coinvolgimento pazzesco. Tendono a catturare l’attenzione perché i nostri cervelli sono attirati dal movimento. No! Fermo… non uscirmi fuori con il video di presentazione aziendale. Ti prego guarda il video qui sotto (spoiler: le dirette sono dei video).

VACANZE DI LAVORO O FORMAZIONE OUT OF OFFICE

Sei umano. Ami il tempo libero, ti godi la vita e organizzi anche giornate “formative” fuori dagli schemi? Racconta tutto. Fotografa tutto. Intercetta i sorrisi, la felicità. Trasmetterai un senso di serenità e di fiducia sbalorditivo. I tuoi clienti non cercano gente stressata o grigia.

webnovo team out office
Il team durante alcune riprese per una diretta Live
dolomiti 2018 3413

SUGGERIMENTI RAPIDI

In questo caso la maggior parte dei clienti Webnovo sviene. Perché gli diciamo che devono rendere pubblico il loro know how. Diventano bianchi in volto e storcono il naso… come se avessero un segreto segretissimo oppure l’ingrediente magico di una ricetta.

Se sai quali sono i punti deboli del tuo pubblico, puoi condividere suggerimenti che potrebbero aiutarli e semplificare la loro vita. Questo non solo dimostra che comprendi il tuo pubblico e ti preoccupi, ma dimostra anche che sei ben informato e lo aiuterai a risolvere il loro problema. Si fideranno di te e del tuo Brand!

Inizia dalle domande che le persone ti fanno spesso.

STATISTICHE E DATI INTERESSANTI DELLA TUA ATTIVITÀ

Allo stesso modo in cui le storie fanno appello alle nostre emozioni, i fatti e le cifre fanno appello alla parte razionale. L’uso di statistiche e dati può essere un modo molto efficace per supportare determinate narrazioni e i numeri interessanti hanno sempre il potenziale per innescare la conversazione.

CONDIVIDI LE NOTIZIE DEL TUO SETTORE

Condividere le notizie del settore che il tuo pubblico potrebbe trovare interessanti, aggiungi i tuoi pensieri. Questo aiuterà ad avviare una conversazione con il tuo pubblico, ma dimostrerà anche che sei aggiornato su ciò che sta accadendo nel tuo settore.

PUBBLICA TESTIMONIANZE O RECENSIONI

Certo. Se te la canti e te la suoni da solo diciamo che siamo andati fuori dal concetto di autenticità. Allora come fare? 🤔🤔🤔 … video testimonianze? 😁

Il bias di affinità o bias di somiglianza, è la tendenza che abbiamo a connetterci con persone che condividono le nostre opinioni, interessi, esperienze e background. Pertanto, se una terza parte – che consideriamo simile – raccomanda un determinato prodotto, deduciamo che potremmo sentirci allo stesso modo.

Le testimonianze parlano anche del fenomeno psicologico chiamato prova sociale. Questa è l’idea che, poiché altri si trovano bene, dovremmo farlo anche noi.

PUBBLICA UN CASO STUDIO

I casi di studio suscitano prove sociali ed è un formato interessante perché ti consente di raccontare una storia. Hai la possibilità di spiegare il lato più complicato del tuo servizio o dei tuoi prodotti con esempi del mondo reale.

MENZIONA I TUOI CLIENTI

Alla fine della giornata avrai sicuramente lavorato su qualcosa di particolare o interessante. Quindi, perché non prendersi il tempo di ringraziare proprio quel cliente per l’opportunità di crescita? Dimostrare umiltà e riconoscenza ti pone dalla barricata opposta del SUPER GURU FANTASTICO che ormai va tanto di moda.

Sei sei nel campo dei servizi perché non mettere in evidenza “da quanto tempo” lavori con un cliente? Se il rapporto è duraturo sarà chiaro a tutti che sei affidabile.

CONTENUTI GENERATI DAGLI UTENTI

Qui dipende molto dal prodotto che vendi, però vale la pena illustrarne i benefici.

Gli user generated content non sono altro che contenuti generati dagli utenti usando i tuoi prodotti. Tu dovrai condividerli dando credito al creatore stesso, citandolo o taggandolo).

I tuoi follower sono motivati a connettersi con te per un semplice motivo: anche loro vogliono notorietà e se sei già un brand conosciuto sarà veramente facile.

GoPro in questo è stata la maestra.

La coerenza è la chiave dei social network

Questi piccoli consigli sono dei contenuti che puoi tranquillamente declinare usando il linguaggio di ogni social network. Ricordi l’immagine all’inizio del post?

Non importa il formato che usi. Puoi usare una grafica su Facebook, un video su TikTok, un reels su Instagram. Puoi dire la stessa cosa in modi diversi, in rappresentazioni diverse.

Prova ad usarli, ma ricordati che la coerenza con la tua missione e visione aziendale è la chiave. Cerca per quanto possibile un fil en rouge comune.

CONCLUSIONE

Uno studio come il nostro può sicuramente darti le linee guida, aiutarti a compensare le mancanze tecniche e grafiche ma il grosso, la tua vita in azienda, devi bloccarla tu dentro ad uno smartphone sotto forma di foto o video. Se tu l’unica persona che può farlo.

Se poi sei ancora un tipo da “siamo leader di settore” e ti senti obbligato a metterti in giacca e cravatta per parlare con un cliente allora che vuoi che ti dica: “pace e bene fratello” … e vai per la tua strada.

Vuoi mettere ordine al tuo marketing digitale?

Gli ultimi articoli
Brand Identity

Branding B2B: perché ne hai più bisogno che mai

Perché continuiamo a pensare ai marchi B2B e B2C come a due entità diverse? È vero, hanno un pubblico diverso, ma tutti i tipi di pubblico hanno una cosa in comune: sono tutte persone.
E le persone, come sappiamo dal mondo delle neuroscienze, pensano ed elaborano le informazioni allo stesso modo.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.