Social media marketing immobiliare

Tutte le agenzie immobiliari hanno i loro profili social. Questi possono giocare un ruolo importante nel marketing immobiliare. Ma stai veicolando le informazioni giuste ai tuoi clienti? In questo articolo vogliamo offrirti alcuni suggerimenti e spunti da seguire per migliorare la tua "impronta" sui social media.
Social Media Marketing Immobiliare

La maggior parte delle agenzie immobiliari hanno una presenza sui social media, ma stanno veicolando le informazioni giuste ai loro clienti?

Quando valutiamo l’acquisto o la vendita di una casa stiamo prendendo una decisione emotiva e soprattutto finanziaria, tra l’altro di una certa importanza. È ovvio che le persone si facciano una serie di domande, soprattutto se trattasi della “prima volta”.

Molto spesso (anche se lo ignorano) non hanno bisogno di qualcuno con la licenza immobiliare. Vogliono invece un’agenzia che li “protegga”, che tuteli i loro interessi e che gli sia accanto quando sono necessari chiarimenti sulla complessità del mondo immobiliare.

È importante per loro che l’agenzia li faccia sentire sicuri e che sia al loro fianco durante l’intero processo di vendita o di acquisto.

Nel marketing immobiliare i social media possono giocare un ruolo importante. Se usati costantemente e correttamente possono essere un ottimo strumento per avviare un dialogo con i potenziali clienti, per condividere consigli comuni (es. le domande frequenti) ed anche creare un rapporto continuativo, anche se nella maggior parte dei casi sappiamo non essere necessario (non si acquista o vende una casa ogni anno).

Ecco qualche suggerimento, una semplice lista, che può offrire una serie di spunti su come impiegare i social media nelle agenzie immobiliari. Sia chiaro: non stiamo parlando dei segreti del web marketing immobiliare… sono solo alcuni consigli.

  • – Promuovi la città, non solo le case;
  • – Cerca di essere sempre te stesso (come persona);
  • – Informa, anzi istruisci, i tuoi clienti;
  • – Rispondi ai tuoi follower;
  • – Non “strillare”;
  • – I video: possono essere un’ottima chiave di lettura;
  • – Fai parlare della tua agenzia;
  • – Non dimenticare i tuoi clienti;
  • – Pubblica in modo coerente e costante;
  • – Il ruolo di un’agenzia web.

Vediamoli nel dettaglio

Promuovi la tua città

Gli acquirenti, soprattutto se devono trasferirsi da un altro luogo, vogliono conoscere tutto: il bello ed il brutto della città.

La maggior parte delle agenzie immobiliari, quando lo fanno, forniscono solo informazioni statistiche di base. Spesso con un linguaggio estremamente tecnico e quindi di non facile comprensione.

Esempio di post per promuovere la città al posto degli immobili
Esempio di post per promuovere la città al posto degli immobili

Usa i tuoi canali social per dare a loro queste informazioni: offrire la possibilità di conoscere meglio la città in cui operi. Parla dei quartieri, dei pro e contro, dei servizi vicini o lontani.

Ogni social media ha la sua “declinazione” naturale, quindi puoi sfruttare Twitter per brevi messaggi, Instagram per pubblicare le foto dei posti più interessanti, Facebook per le gallerie fotografiche, Pinterest per creare delle splendide bacheche organizzate a tema.

Manca solo la fantasia.

Cerca di essere sempre te stesso

Si sente spesso di agenzie immobiliari che si rivolgono ad agenzie creative per la gestione dei loro canali social.

Questo approccio è in parte corretto, ma ha le sue carenze: l’intervento dell’agenzia “esterna” può sicuramente produrre i post che desideri, ma il testo, le parole usate, il tono di voce non sarà mai vero (credimi, i follower riescono a percepirlo) e in ogni caso non darebbe ai clienti un’idea di chi sei veramente.

Molte statistiche dimostrano che i follower (o comunque gli interessati) vogliono e/o preferiscono una connessione personale, quindi non esistono scorciatoie per scrivere contenuti sui social media. È necessario il tuo impegno personale.

Le agenzie invece sfruttale per avere un supporto nell’elaborazione della creatività, nell’impostazione delle campagne a pagamento (sponsorizzate), per definire il pubblico da raggiungere, il re-targeting e per amplificare quindi il tuo messaggio “naturale”.

Educare i tuoi potenziali clienti

Capita a tutti: ci sono giorni che si rivelano essere difficili, con matasse da districare per quanto complesse.

Se hai risolto una soluzione particolarmente insidiosa, una vendita difficile, un acquisto complesso non tenerlo per te. Non avere mai paura di esporre il tuo know-how o la tua conoscenza su quel particolare problema.

Lo so cosa stai pensando: così offro ai miei competitor un’informazione strategica. Se il ragionamento è questo sei completamente fuori strada: se lo hai risolto tu allora non è impossibile. Tutto qui!

Cerca di essere il primo a farlo sapere. Ti sarai automaticamente qualificato come competente e aiuterai gli acquirenti a fare scelte più consapevoli. Conquista la fiducia con la tua professionalità.

Puoi identificare questi momenti con #hashtag specifici… ad esempio “#immobiledelgiorno” o cose simile.

Sembra difficile da attuare, ma credimi, alla fine della tua giornata ti basterà rispondere a questa domanda: “cosa ho fatto oggi di particolare?“. Se hai una risposta pubblicala o comunque programmala insieme alla tua agenzia web.

Rispondi ai tuoi follower

In questo caso occorre essere vigili e dominare gli istinti. Rispondi sempre prontamente e con cortesia.

Esempio di risposta immediata su un annuncio immobiliare.
Un esempio di risposta immediata e cortese alle domande dei clienti

I social media attirano anche gli ormai noti “leoni da tastiera”. Puoi decidere se rispondere o meno, ma con la cortesia e la dovizia che merita. Ricordati che non stai rispondendo solo al diretto interessato, ma anche – e soprattutto – a tutti i lettori che vedono, leggono e magari non interagiscono.

Molte persone potrebbero rispondere ai tuoi post o alle tue sponsorizzate chiedendo cose completamente Off Topic. Cerca di cogliere l’opportunità (dove ovviamente la vedi possibile).

Non “strillare” nei tuoi post

È giustissimo far sapere le case che commercializzi, ma non far diventare “le tue case” l’argomento principale della tua conversazione. Cerca di dare il giusto peso e non rendere la tua “bacheca” troppo monotona.

Pensa alle domande più frequenti che ti fanno gli acquirenti oppure i venditori: trasformarle in piccoli post. Se la risposta invece è piuttosto lunga sfrutta il tuo blog per creare un contenuto interessante.

Distinguiti nei contenuti e le persone avranno sempre più fiducia in te. La “promozione” costante sbattuta in faccia ai potenziali acquirenti non riscontra un gran fascino perché il loro principale bisogno è quello di cercare risposte alle loro domande: ascoltali e rispondi.

È un percorso lungo, ma non impossibile.

Non dimenticarti dei video

Oltre il 92% delle persone guarda, mensilmente, contenuti video sui social network. Principalmente Facebook (dove il 7,59% del pubblico compie un’interazione) e Youtube (che si conferma nel 2020 la piattaforma più usata). Ma attenzione ai nuovi arrivi (qualcuno da detto Tik Tok?)

Digital 2020, statistiche We Are Social & Hootsuite sulle principali attività online.

È impegnativo, sarai sicuramente tentato di usare anche dei video da “stock”, ma il video online può fare la differenza. Lo abbiamo detto all’inizio: l’acquisto di una casa è anche una scelta emotiva, la parte visiva – se fatta bene – crea proprio questa connessione emotiva.

Si tratta in sostanza di un complemento della parte fotografica: che non deve essere assolutamente trascurata.

Se non hai dimestichezza con il montaggio di un video avrai sempre dalla tua parte l’agenzia (vedi il punto “Cerca di essere sempre te stesso”) che lo arricchisce con musica, sigle ed effetti di transizione.

La tecnologia oggi disponibile non ti impedisce invece di fare delle riprese di qualità. Non devi dedicare del tempo specifico a questa attività: prima o poi dovrai visitare gli immobili che vendi. Sfrutta questa occasione per fare delle riprese video.

Aggiungiamo inoltre che canali come Youtube o Vimeo posso contribuire a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca del sito web dell’agenzia. Il luogo comune dove i potenziali acquirenti possono approfondire o scoprire le proposte immobiliari. Il tuo web marketing immobiliare può trarre grandi benefici indiretti.

Fai parlare della tua agenzia

Spesso e volentieri un post o una foto pubblicata sui social network possono essere “belli” solo per te, ma ai tuoi follower importa poco o niente.

Sfrutta la capacità dei social per ascoltare e non solo per parlare. Presta attenzione a quello che le persone dicono sulla tua agenzia, su di te. Solletica questi feedback tramite i sondaggi di Facebook, chiedendo una recensione su Google My Business o su Facebook ai tuoi clienti.

Leggi i commenti, le risposte, le domande e sfruttali. Questo ti consentirà di condividere contenuti o apprezzamenti che possono stimolare gli interessi dei tuoi follower.

Non dimenticare i tuoi clienti

Per quanto ti è possibile invita i tuoi acquirenti e venditori a unirsi sui social media, a seguirti. In questo modo i tuoi presidi social possono diventare delle “comunità” più ricche, condivise e ricevere consigli anche da parte di chi ha già concluso l’affare ed è rimasto soddisfatto del tuo lavoro.

Il rischio che si corre è uno solo: i tuoi clienti potrebbero diventare i tuoi più forti sostenitori.

Pubblica in modo coerente e costante

Si chiamano social media proprio perché la strategia da adottare è simile alla costruzione di relazioni con il pubblico. Hai bisogno di contatti e interazioni che diano valore e che stimolino le persone a tornare sui tuoi profili.

Esempio di post Instagram On-Brand, marketing immobiliare e promozione di un immobile in vendita.
Esempio di post Instagram On-Brand

L’obiettivo è quello di creare un pubblico che ti riconosca come professionista, ma senza essere travolti solo ed esclusivamente dalla “proposizione commerciale”.

Parliamo di un equilibrio delicato da mantenere nella comunicazione immobiliare. Puoi capire subito se stai andando nella giusta direzione dai feedback che ricevi.

Puoi farti aiutare da un’agenzia internet per pianificare e programmare i tuoi post: così potrai dedicare il resto del tempo alla tua attività imprenditoriale.

La frequenza di pubblicazione è una cosa che puoi gestire in libertà (non esistono formule magiche del tipo: “fare 3 post al giorno alle 11.00, alle 14.00 ed alle 19.00”.

Concentrati casomai sulla natura del contenuto. Nella maggior parte dei casi puoi usare una suddivisione del tipo:

  • Promozionali o comunque sensibili al momento: pubblica nuove proprietà, vendite concluse. Foto, video, tour virtuali (anche in Live Streaming), foto a 360 gradi. Ricorda quando necessario di usare immagini on-brand: un collage che comprende la foto dell’immobile, i riferimenti dell’agente, il prezzo ed il luogo. Social come Instagram – piattaforma completamente visiva – potrebbe lasciare il cliente confuso se pubblichi solo la foto dell’immobile.
  • Informativi: Per rispondere a domande, condividere suggerimenti, fornire valore aggiunto. Idee di arredamento, piccoli progetti di ristrutturazione fai-da-te, consigli su come sfruttare gli spazi, ecc…
  • Contenuti divertenti o leggeri: Qui entra in gioco la personalità dell’agenzia e degli agenti. Una recensione di un nuovo ristorante? Informazioni sul traffico in tempo reale? State festeggiando un compleanno in ufficio?

Un’agenzia web per gestire il marketing immobiliare

Se hai letto tutta la lista avrai sicuramente capito che si chiamano “Social Media” proprio perché devono rispecchiare l’aspetto umano e sociale dei profili. Delegare completamente ad un’agenzia web esterna è innaturale oltre ad essere contro-producente.

Ancora con troppa frequenza si incontrano – soprattutto su Facebook – profili Fake. Cioè profili di società immobiliare iscritti come persone e non come pagine. Questo è un approccio errato: le persone sono persone, le aziende sono aziende.

In questo mondo si incrociano i concetti di “brand” aziendale con il “personal brand” dell’agente e di chi a vario titolo collabora con l’agenzia. Saper dosare questi elementi – e non è facile – può diventare un mix micidiale di visibilità e interessamento del pubblico.

Ogni social network ha ormai la sua componente “ADS”, cioè quella parte che consente di sponsorizzare a pagamento i propri post o di lanciare campagne specifiche di visibilità, di generazione lead o di coinvolgimento.

In questo contesto opera l’agenzia: analizza, ottimizza, ripete, offre spunti, supporta nell’editing di foto e video, aiuta a programmare i post (quando non sono fatti di istinto o in modo immediato). Massimizza gli sforzi che hai messo nell’attività dei social media. Imposta ed esamina i KPI (Key Performance Indicator) per misurare le performance sponsorizzate, per aumentare le visite al tuo sito web, per generare l’invio di modulo di contatto, di telefonate, di messaggi chat e migliorare i tassi di coinvolgimento.

I social media sono il riflesso e l’espansione di quello che fai nella vita reale e lavorativa. Se non fai niente, non otterrai niente.

L’agenzia può essere la tua guida, il tuo coordinatore. Ma devi metterci del tuo, sempre e comunque.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.