fbpx

Strategia di marketing digitale? A cosa serve

Una strategia di marketing digitale è un piano che aiuta ad organizzare le attività di marketing online con l'unico scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati. Quando siamo piccoli, pensiamo che la strategia sia solo per grandi aziende. In realtà, una strategia è un piano adattato a ogni progetto per capire che le risorse sono limitate e che non tutto può essere fatto.

Piuttosto che compiere azioni isolate per creare o ridisegnare un sito web, fare post sui social network o lanciare campagne di pubblicità digitale, è spesso preferibile fare una riflessione globale e approfondita sulla strategia di marketing da adottare.
Indipendentemente dalle dimensioni della tua azienda o dal tuo campo di attività, l’implementazione di una strategia digitale è essenziale per non restare indietro rispetto ai concorrenti, estendere la visibilità e, in generale, fare più business.

Navigando in rete troverai molti articoli sul tema della strategia di marketing digitale. La quantità di informazioni è talmente vasta che la sensazione di voler smettere prima di iniziare può diventare molto persuasiva.

Sebbene non esista un progetto unico, ci sono alcuni elementi che dovrebbero essere sempre presenti in una strategia di marketing. Per aiutarti a costruire un eccellente piano d’azione abbiamo messo insieme un elenco di pratici punti a cui prestare attenzione quando conduci le tue ricerche.

Cos’è la strategia di marketing digitale?

La strategia digitale è l’insieme degli elementi necessari, in un dato momento, per raggiungere uno o più obiettivi, tenendo conto dei vincoli dell’azienda (risorse finanziarie, umane, tecniche, legali, ecc. ). La strategia digitale fa parte della strategia generale dell’azienda!

Come suggerisce il nome, questa strategia utilizza diversi canali digitali per soddisfare la necessità di consapevolezza del marchio, maggiore quota di mercato, maggiore redditività, fedeltà dei clienti e migliori esperienze dei clienti.

Per canali non si intendono le piattaforme ma, in genere, un mix di media a pagamento, posseduti e guadagnati. Lavoreranno tutti insieme armoniosamente intorno a un tema di campagna comune per raggiungere un particolare obiettivo di business.

Implementare una strategia digitale significa mobilitare strumenti digitali e integrarli nell’organizzazione per servire la strategia aziendale.

Definire una strategia di marketing digitale per piccole imprese

Al giorno d’oggi qualsiasi azienda può avere una presenza sul web grazie alla miriade di strumenti che sono stati sviluppati negli anni, ma la verità è che, senza strategia, si perderà solo tempo.

Cinque post su Facebook a settimana, un video su YouTube … No, non è una strategia di marketing. Potrebbe far parte di un piano di marketing, ma non della strategia.

Fare marketing digitale senza una strategia è comune. In effetti, sono sicuro che molte aziende utilizzano solo i social network e poiché ottengono buoni risultati credono che questo sia fare marketing digitale.

La strategia digitale richiede alcuni passaggi essenziali per il suo successo. Tra questi, ecco alcuni punti da non trascurare quando vuoi sviluppare la strategia adatta al tuo business.

Fase 1: Analizza la tua situazione di mercato

Prima ancora di costruire la tua strategia digitale hai bisogno di un quadro di riferimento per capire come la tua azienda si inserisce nel mercato, in relazione ai suoi clienti e concorrenti.
Un approccio eccellente per definire tale quadro di riferimento è quello di eseguire un’analisi SWOT.

L’esecuzione di una SWOT è un approccio basato sull’identificazione dei tuoi punti di forza, delle tue debolezze, nonché delle opportunità e delle minacce del mercato (in inglese: Strengths, Weaknesses, Opportunities, and Threats – SWOT).

Questa analisi vi aiuterà a comprendere i fattori interni ed esterni che avranno la maggiore influenza sul raggiungimento o meno dei vostri obiettivi di marketing.

Identifica i tuoi punti di forza e di debolezza

Guarda i punti di forza e di debolezza all’interno della tua organizzazione. Considera le tue capacità, risorse e prestazioni in base alla tua strategia di marketing esistente. Considera fattori globali come:

  • Risorse finanziarie per supportare le operazioni di marketing
  • Risorse fisiche, come strutture e attrezzature
  • Risorse umane, come il numero di dipendenti del marketing, i loro ruoli e il livello di esperienza
  • Processi attuali che sono in atto per eseguire attività di marketing e strumenti per supportarli

Valuta le attività di marketing

  • L’efficacia del tuo sito web e delle attività sui social media
  • Dove ti posizioni nei motori di ricerca per le parole chiave critiche
  • L’efficacia della tua strategia di content marketing
  • La reputazione della tua azienda nel settore
  • Le tue relazioni con stakeholder interni, clienti e fornitori
  • L’efficacia dei tuoi materiali di marketing
  • L’efficacia del tuo mix di prodotti
  • I tuoi margini di prodotto
  • La tua capacità di raccogliere e analizzare i dati sulle prestazioni
  • La tua capacità di raccogliere e analizzare i dati relativi all’esperienza, alle recensioni e al feedback dei tuoi clienti
  • La tua capacità di rispondere ai cambiamenti del mercato

Decidere se denominare ciascuno di questi fattori come punti di forza o di debolezza è il passo successivo. Ad esempio, potresti essere orgoglioso del sito web dell’azienda; tuttavia, se questo non produce un flusso costante di lead, deve essere etichettato come un punto debole.
Questa è l’occasione per valutare il design del sito web e trovare opportunità di miglioramento.

Identifica opportunità e minacce

Durante questa parte dell’analisi, dai un’occhiata a quanto segue.

  • Trend di mercato
  • Tendenze economiche
  • Norme politiche, ambientali ed economiche
  • Punti di forza e di debolezza dei concorrenti
  • Aspettative del cliente
  • Nuove tecnologie
  • Canali di distribuzione
  • Canali di marketing
  • Regolamentazione del mercato
  • Spese pubblicitarie
  • Mercati sottoserviti

Ogni settore è diverso, ma le forze che guidano la redditività sono simili.

Fase 2: definisci gli obiettivi digitali in linea con quelli dell’azienda.

La prima cosa da fare, prima di definire la tua strategia di marketing digitale, è decidere quali sono i tuoi obiettivi. Cosa vogliamo fare con il nostro marchio? Dove vogliamo andare? Qual è la nostra visione a breve e medio termine.

È fondamentale definire obiettivi coerenti con quelli dell’azienda. Come promemoria, gli obiettivi dovrebbero essere sistematicamente SMART e tenere conto del modello economico dell’azienda.

Un obiettivo SMART soddisfa i seguenti 5 criteri:

  • deve essere Specifico: cioè deve essere personalizzato per la tua azienda / progetto / prodotto e deve essere sufficientemente chiaro per essere compreso dai tuoi collaboratori;
  • deve essere Misurabile: cioè deve essere quantificato;
  • deve essere Accessibile: cioè deve rappresentare una sfida motivante tanto per te quanto per i tuoi dipendenti;
  • deve essere Realizzabile: vale a dire che la sfida che ti sei posto deve essere ambiziosa, ma non troppo per evitare che venga abbandonata per strada o che gli sforzi che richiede finiscano demotivarti;
  • deve essere definito Temporaneamente: cioè deve essere limitato nel tempo e avere una scadenza.

Qualunque sia il tuo obiettivo generale, devi sapere come misurarlo e, cosa più importante, essere in grado di misurarlo (ad esempio, disponendo degli strumenti di marketing giusti per farlo).

Esempi di obiettivi SMART nel business:

  • Aumentare il fattura del 35% il mese prossimo grazie al prodotto “Y”.
  • Ridurre di 3 ore il tempo medio di risposta all’assistenza clienti assumendo 2 nuove persone entro la fine del mese.
  • Aprire 3 nuove filiali in Italia, Francia e Belgio entro i prossimi 5 anni.
  • Aumentare la nostra quota di mercato del 10% aprendo 4 nuovi negozi a Roma, Viterbo, Perugia e Siena.

Obiettivi SMART nel marketing:

  • Ottenere 1000 iscritti alla newsletter entro i prossimi 2 mesi.
  • Migliorare il tasso di conversione del 30% sulla landing page entro il prossimo mese.
  • Dimezzare il tasso di abbandono del carrello entro la fine del trimestre.
  • Ridurre il costo di acquisizione cliente a € 15 entro settembre.
  • Aumentare il traffico organico sul sito web del 10% entro il 31 agosto creando 10 link di qualità.


Fase 3: identificare il target e i canali per raggiungerlo. Le Buyer Personas.

Definire con precisione il tuo target è necessario per adattare al meglio la tua strategia di marketing digitale. A seconda del profilo ricercato, l’azienda può scegliere il contenuto da erogare, i suoi elementi linguistici nonché i canali da privilegiare. A quali argomenti è interessato, quali sono i suoi media preferiti, come usa il suo cellulare, usa l’e-commerce, in che proporzione, è presente sui social network, quali in particolare?

Rispondendo a queste domande, l’azienda potrà dare forma alla propria strategia di marketing digitale e adattare ciascuna delle sue componenti alle preferenze del proprio target: linea editoriale, linea grafica, mezzi pubblicitari, ecc.

Puoi definire il ritratto del cliente ideale chiamato anche “persona” o “avatar” definendo il suo profilo in modo da indirizzarlo meglio, capirlo e ovviamente convincerlo ad acquistare i tuoi prodotti.
Le Buyer Personas possono essere create facendo ricerche, conducendo sondaggi e intervistando il pubblico di destinazione della tua azienda.
È importante notare che queste informazioni dovrebbero essere basate su dati reali ogni volta che è possibile, poiché fare supposizioni sul tuo pubblico può portare a una focalizzazione sbagliata della tua strategia.
Per avere un quadro generale della tua Buyer Personas, il tuo panel di ricerca dovrebbe includere un mix di clienti, potenziali clienti e persone al di fuori del tuo database di contatti che si avvicinano al tuo pubblico di destinazione.
Le Buyer Personas devono essere specifiche. Non basta dire solo che il nostro target sono le “giovani mamme” ma una descrizione del tipo “Maria ha 30 anni e vive in periferia. E’ sposata e ha 2 figli. Con suo marito sta cercando un’ottima scuola elementare per i propri figli, anche se dovranno trasferirsi per farlo. Maria è a suo agio con la tecnologia. È entusiasta che i suoi bambini possano fare nuove amicizie a scuola”. Quando sviluppi le tue buyer personas, acquisire intuizioni come il loro background personale, lo stile di vita, le sfide e i punti deboli ti consentirà di avere davvero un’idea di ciò di cui la persona ha bisogno e desidera quando cerca il tuo prodotto.

Conoscere il tuo cliente tipico è la chiave del marketing. Qualsiasi decisione che prendi nelle tue azioni di marketing digitale dovrebbe essere considerata sulla base di queste informazioni.
Se non conosci i tuoi clienti, le loro motivazioni, le loro aspettative, il loro stato d’animo o le loro obiezioni, sprecherai inutilmente il tuo budget in azioni scarsamente ottimizzate.

Fase 4: il piano di marketing. La scelta degli strumenti avviene solo ora.

Eccoci finalmente al punto fatidico: il piano di marketing. Questo documento fa parte della tua strategia web ma, a differenza di quello che fanno molti, è l’ultimo punto da affrontare.

Ora che hai una buona conoscenza dei tuoi obiettivi, dei tuoi target, dei tuoi competitor e delle risorse a tua disposizione, potrai chiederti quali leve del web marketing corrispondono a tutto questo: Social Media, SEO, SEA, Email, Facebook Ads… Tante possibilità a tua disposizione e ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi.
Nella maggior parte dei casi, non è necessario utilizzarle tutte. Almeno non in un primo momento. L’importante è dare la priorità alle leve in relazione al tuo progetto e alle risorse disponibili.

Perché ho bisogno di una strategia di marketing?

Il marketing è ciò che collega le esigenze dei clienti al business. Pertanto, qualsiasi obiettivo si voglia raggiungere con la propria azienda deve avere una strategia di marketing.
La strategia di marketing deve essere il documento centrale attorno al quale ruotano tutte le nostre azioni e tutte le nostre promozioni.
Se so cosa voglio ottenere, allora posso pensare al modo migliore per ottenerlo. Ciò significa che saprò quali sono le azioni più importanti per raggiungere gli obiettivi prefissati e in quali canali eseguirle.
Questo ci permetterà di utilizzare meglio le nostre risorse, che si tratti di denaro, tempo, persone, ecc.

Inoltre, con una chiara strategia di marketing, svilupperemo una migliore conoscenza del mercato e dei nostri clienti. Con queste conoscenze sarà possibile creare e attuare un piano di marketing più appropriato per raggiungere i nostri obiettivi.
In questo piano è importante definire i KPI che ci aiuteranno a riconoscere se siamo sulla strada giusta per raggiungere gli obiettivi della nostra strategia. In questo modo, sarà possibile vedere in cosa stiamo fallendo e in cosa stiamo riuscendo; così come quali azioni ci avvicinano a questi obiettivi.
Inoltre, i vantaggi di avere una strategia di marketing scritta non sono solo esterni. Questo documento ci permetterà di comunicare meglio ciò che vogliamo realizzare ai nostri collaboratori.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita