fbpx

6 motivi per cui l’inbound marketing non va bene per la vostra azienda

L'inbound marketing è un sistema di strategie e tattiche che può far crescere un'azienda, ma non può essere applicato a tutte le realtà.
inbound marketing

Sebbene ci siano molte storie di successo, occorre tenere in considerazione che l’inbound marketing non è per tutti.

Questo può dipendere da una gran numero di ragioni, da un aspetto quasi scontato come potrebbe essere il costo, al processo di vendita della tua azienda, o anche solo dalla quantità di tempo che siete disposti ad investire nella creazione di contenuti di qualità.

Per capire se l’Inbound Marketing è l’approccio che fa per voi vogliamo partire da ciò che sicuramente non lo rende adatto alla vostra azienda:

1. Il vostro fatturato annuo è troppo basso

Per ottenere il massimo dall’Inbound Marketing consigliamo di utilizzare una piattaforma completa di marketing automation come, ad esempio, Hubspot.

Servizi come questo non sono esattamente a buon mercato (considerate un investimento di circa € 30.000 all’anno tra Hubspot e altri accessori), ma forniscono la migliore piattaforma per la vostra strategia di inbound, con analytics, gestione dei lead e possibilità di integrare altri preziosi strumenti.

Si capisce quindi che se il vostro business ha un fatturato di € 50.000,00 all’anno, il marketing in entrata non sia proprio la scelta più indicata.

Naturalmente, come tutte le cose, ci sono delle eccezioni a questa regola: basta valutare se esso è finanziariamente sostenibile per la vostra azienda.

2. I tuoi clienti non hanno bisogno di molte ricerche per fare un acquisto

Come regola generale, quante più informazioni servono ai vostri clienti per prendere una decisione, tanto più la vostra azienda potrebbe trarre benefici dal Marketing Inbound.

Quindi, se il cliente impiega solitamente soltanto un giorno o al massimo due per fare un acquisto o l’acquisto richiede, in genere, poche ricerche, il marketing inbound potrebbe non risultare così utile… diversamente da quando al potenziale cliente occorrono settimane o addirittura mesi di ricerca per effettuare un acquisto.

3. Non si è disposti a investire nella metodologia dell’inbound marketing

Secondo Hubspot, le aziende che hanno investito in marketing inbound e marketing dei contenuti sono quelle che, generalmente, hanno visto la maggior parte del successo.

In sostanza, è necessario vedere il marketing in entrata come parte integrante della cultura aziendale – non quindi come una tattica di marketing o una soluzione veloce per ottenere qualche vendita in più nel breve termine.

Oggi oltre il 57% della decisioni di acquisto avvengono ancora prima di entrare in contatto con la vostra azienda e, con il progressivo sviluppo della ricerca digitale delle informazioni, possiamo immaginare che questa percentuale sia destinata a crescere ulteriormente; pertanto adottare oggi la metodologia inbound offrirebbe la possibilità di ottenere risultati anche in futuro.

4. Non hai il tempo per contribuire alla creazione dei contenuti

Questo non significa che dovete essere voi a preparare materialmente i contenuti e scrivere i testi; anche se assumete un’agenzia o avete il vostro staff interno, non potete pensare che facciano loro tutto il lavoro.

Dopotutto, voi siete gli esperti nel vostro settore e siete quello che è in grado di offrire più valore ai vostri clienti condividendo le vostre idee e conoscenze.

Per far sì che il marketing in entrata funzioni al meglio è necessario dedicare una o due ore a settimana per aiutare il vostro team/agenzia a realizzare contenuti preziosi realmente utili a soddisfare bisogni e aspettative dei vostri clienti.

5. Si aspettano risultati fin da subito

Immagino sappiate che non esistano soluzioni miracolose.

Se fatto bene, il marketing inbound darà i risultati desiderati, ma è necessario investire tempo e denaro in una strategia a lungo termine per il raggiungimento di tali obiettivi.

Tanto più si investe nella produzione di contenuti di qualità, maggiore sarà il ritorno che otterrete nel tempo.

Restate concentrati e non perdete la fiducia se non vedete risultati sorprendenti nel giro di poco tempo.

6. Non si conoscono le domande che fanno i clienti

Abbiamo notato che gran parte dei risultati ottenuti dall’Inbound  nascono dalla capacità di conoscere esattamente le domande fatte dai propri clienti.

È vero che il marketing in entrata può aiutare a trovare le parole e le frasi chiave che i vostri potenziali clienti usano nelle ricerche, ma il vero valore deriva dalle risposte e dalle domande che sentite ogni giorno; tutto parte da voi!

Siete pronti per portare il vostro marketing ad un livello successivo?

L’Inbound marketing può essere una grande opportunità ma richiede che la vostra azienda sia completamente consapevole e pronta a fare tutto il necessario per rendere l’inbound un successo; i risultati sono promettenti, ma non lasciatevi accecare. Occorre valutare attentamente tutti gli aspetti di cui sopra prima di abbracciare una strategia di marketing inbound.

Vuoi conoscere meglio questo metodo e investire in una strategia in grado di portarti contatti e fatturato?

Verifica la tua presenza web in 16 passi

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita