Quanto è importante il design del sito web?

Il design del sito web non è l'aspetto più importante...per una progettazione efficace, quello che occorre sono i contenuti.

Ricordi quando lo studio grafico digitale a cui ti eri rivolto, ti ha chiamato per dirti che il tuo nuovo sito web aziendale era pronto? Ti sembrava bellissimo, con tante foto professionali, della tua sede, dei tuoi prodotti e del tuo staff, e con il logo aziendale in bella mostra, nella parte alta della pagina.

Ma ricordi anche quante aspettative vi avevi riposto? Pensavi di aver fatto il tuo ingresso trionfale nell’universo di internet, ma a conti fatti quanti clienti in più hai trovato, grazie al web? Pochi, veramente.

Il problema è che un sito internet tradizionale, come quelli che venivano realizzati fino a pochi anni fa, puntava molto sul design, ma non aveva alcuna efficacia nella ricerca di nuovi clienti sul web. Magari avrai avuto un discreto ritorno d’immagine, ma nulla più.

E tutti i soldi che hai speso per il design del sito web, ne sono valsi la pena? Evidentemente no.

Il punto è che per fare affari, come sai bene, occorre investire nella direzione giusta. E la direzione giusta, oggi, è rappresentata dallo sviluppo digitale della tua azienda, un insieme armonico di innovazioni informatiche orientate al marketing, in cui il sito internet rappresenta solo una parte dell’intero sistema.

È questo il futuro del mercato, in qualsiasi settore commerciale si agisca. Internet rappresenta, ormai, il luogo dove aziende e consumatori si conoscono e si incontrano. Se la tua azienda non è presente sul web in maniera efficace, allora difficilmente riuscirà a stare al passo delle altre. Vuoi garantire un futuro alla tua attività, o vuoi vederla diventare drasticamente obsoleta rispetto alle concorrenti?

Design sito web: non stiamo parlando solo di “aspetto estetico”

Il web design, nello specifico, non riguarda esclusivamente l’aspetto estetico del sito o, comunque, non si ferma al solo rendere belle le sue pagine: esso, infatti, parte dallo studio approfondito della realtà in cui l’azienda opera e, nello specifico, dall’analisi del relativo mercato, proseguendo, poi, con la definizione del target di riferimento sulla base dei servizi/prodotti offerti e della filosofia aziendale.

Testo ed immagini, per un web designer, sono i due principali contenuti per creare un web design.

Mettere questi 2 elementi in una pagina web sembra facile per la maggior parte delle persone.

Questa credenza, primariamente, deriva dall’accesso facilitato alla tecnologia attuale. Crei al volo una pagina web allora vuol dire che è facile “fare pagine web”, cioè “web design”.

In realtà, ad un certo livello, è molto complesso. Sono richiesti anni di esperienza e competenza accumulata.

Nell’immaginario collettivo un web designer viene sempre percepito come un “esperto di grafica”. In realtà è un professionista che si occupa di creare cose utili ed intuitive con specifiche tecnologie.

Realizzare un sito web richiede professionalità e competenza

Intorno al web design passano professionalità, specializzazioni e competenza che non possono essere bypassate.

  • AFFORDANCE: quando un “oggetto suggerisce a un essere umano le azioni appropriate per interagire con lui”. Questo vale anche per le interfacce web e potremmo tradurlo con “intuitività di utilizzo”.
  • UX, o USER EXPERIENCE: ovvero la “relazione” a carattere emozionale che si instaura tra utente ed interfaccia
  • UI, o USER INTERFACE: è la parte tecnica della UX… attenzione: spazi e bordi inclusi. Spesso confusa con “la parte grafica” è in realtà una disciplina che fonde primariamente tre tecnologie: html (struttura), CSS (stile) e javascript (funzionalità e dinamica).
  • COPYWRITING: il testo è tecnicamente “un ingombro”. Su certi contenuti bastano poche parole. Su altri servono esteticamente un numero specifico di caratteri, su altri, come i paragrafi degli articoli dei blog, c’è più libertà.
  • USABILITA’: la capacità di un design di essere primariamente facile da usare. RIchiama anche l’accessibilità: un web design è tanto più accessibile quanto più riesce a funzionare sul maggior numero di tecnologie: quindi compatibilità con tutti i dispositivi, inclusi quelli “datati”.

E non dimentichiamo fotografia, responsive, colore, stili ed altre 1000 cose.

Non basta puntare sul design del sito web: ti spieghiamo perché

Avere un sito internet non è affatto garanzia di visibilità e di buona pubblicità per un’attività. Ciò che, infatti, fa la differenza è la qualità del sito, e, ovviamente, la sua capacità di attrarre visitatori nonché potenziali clienti. Ma come si può rendere un sito realmente efficace? Per rispondere a questa domanda è indispensabile prima di tutto prendere coscienza del fatto che il web, oggi come oggi, è sicuramente la miglior vetrina per un’attività e che, in questo senso, un sito rappresenta la forma più diretta per attrarre nuova clientela.

L’immagine, quindi, non è l’aspetto più importante, per un sito internet. Quello che occorre sono contenuti: articoli che aiutino i lettori e gli operatori del settore ad approfondire le loro conoscenze e a risolvere i propri problemi.  Andiamo, quindi, a scoprire i meccanismi alla base delle più moderne strategie di content marketing, quelle cioè basate sui contenuti.

Innanzitutto, va chiarito che per vendere efficacemente i propri prodotti e servizi, un’azienda deve conoscere i propri potenziali clienti. Conoscerne le abitudini, le preferenze e le capacità di spesa. A tal fine, occorre individuare quelle che in gergo tecnico si chiamano Buyer Personas: il modello di cliente ideale. Una volta elaborata una tale figura, diviene più facile comprendere cosa cerca un cliente dal mercato.

Ad esempio, supponendo di operare nel settore giardinaggio, può emergere che il cliente medio cerchi dei prodotti specifici come reti per recinzioni, decespugliatori o prodotti fertilizzanti.
Queste informazioni possono essere facilmente desunte sulla base delle abitudini di spesa della maggior parte dei clienti. Ed eccoci al punto: qual è, in tutto questo, il compito di un moderno sito web?

Il sito web deve rispondere efficacemente ai dubbi del potenziale acquirente.

Il tuo nuovo sito internet dovrà offrire al lettore risposte ai suoi problemi quotidiani. Ricorda che siamo in piena era digitale, e chiunque, prima di fare acquisti, cerca sul web informazioni e risposte. Se queste risposte saranno fornite dal tuo sito, ecco che il volume di affari della tua azienda potrà spiccare il volo.

Supponiamo per esempio che un cliente stia cercando reti per recinzioni. Il blog del tuo sito dovrà contenere articoli di approfondimento si vari tipi di recinzione.

Immaginiamo un altro cliente che non sa se acquistare un decespugliatore a scoppio oppure elettrico. Sul tuo blog si parlerà delle differenze tra le due tecnologie, di fertilizzanti e di qualsiasi altra cosa possa tornare utile e interessare ai tuoi potenziali clienti.

Con i dovuti accorgimenti in chiave SEO, il tuo sito sarà ben posizionato sui motori di ricerca come Google e riceverà tantissime visite. Se i lettori troveranno risposte esaurienti alle loro domande, si creerà un meccanismo di fidelizzazione al tuo sito, che porterà molti lettori a lasciare i propri recapiti per essere ricontattati e ottenere maggiori informazioni sui prodotti e servizi della tua azienda.

Ed ecco che può avvenire l’agognato contatto per vie brevi con il cliente, telefono o mail. La vendita del prodotto diventa, così, solo questione di tempo.

Investire in innovazione digitale è una strada inevitabile!

Lo sviluppo dei tuoi affari passa necessariamente per lo sviluppo digitale della tua azienda.

Un nuovo sito web, dei software di profilazione della clientela, programmi di marketing automation, ecc.

Investendo parte del tuo budget nell’innovazione digitale, inevitabilmente troverai più clienti. Senza questo investimento, invece, potresti trovarne molti di meno rispetto al passato, perché si saranno rivolti ad aziende più evolute della tua. Pensaci, e anticipa il futuro.

Vuoi mettere ordine al tuo marketing digitale?

Gli ultimi articoli
Strategia di marketing

Marketing sostenibile alla guida del cambiamento aziendale

La comunicazione green e la strategia di marketing sostenibile hanno l’obiettivo di rafforzare la presenza dell’azienda e la sua competitività sui mercati sfruttando il grande valore della sostenibilità, aspetto sempre più richiesto da investitori, stakeholder e clienti.

Brand Identity

Branding B2B: perché ne hai più bisogno che mai

Perché continuiamo a pensare ai marchi B2B e B2C come a due entità diverse? È vero, hanno un pubblico diverso, ma tutti i tipi di pubblico hanno una cosa in comune: sono tutte persone.
E le persone, come sappiamo dal mondo delle neuroscienze, pensano ed elaborano le informazioni allo stesso modo.

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.