Strategia di branding e marketing. Perché scegliere te e non qualcun altro?

Perché alcuni marchi sono più ricordati e amati dal pubblico rispetto ai loro concorrenti che vendono la stessa cosa? Una delle possibili risposte a questa domanda è il branding.

È sempre più difficile trovare elementi di differenziazione in base alle caratteristiche del prodotto e mantenerle nel tempo.

Il brand e i suoi significati sono l’asse portante delle nuove strategie di differenziazione.

La grande differenza è che se prima si pensava al prodotto, svilupparlo, preparare un piano di marketing e alla fine chiedersi: che marchio ci mettiamo sopra, oggi il processo deve essere invertito. Innanzitutto, dobbiamo chiederci qual è il valore essenziale che ispira il nostro marchio e da questo definire i prodotti che concettualmente si adattano ad esso.

Brand Marketing ovvero come costruire un marchio

Brand Marketing o Branding è il processo di creazione e gestione di un marchio, implicando la gestione di tutti gli elementi che lo compongono, siano essi materiali o immateriali.
I consumatori, inconsciamente, non acquistano solo prodotti ma acquistano anche idee, valori e stili di vita legati al brand.

Pensate alla nota campagna “Just do it” di Nike. Questo slogan non è solo usato nelle pubblicità dei loro prodotti, ma è anche diventato uno strumento motivazionale per incoraggiare le persone a mantenersi in forma e in salute.

Questa è esattamente la funzione del branding: suscitare sensazioni e creare connessioni consapevoli e inconsce, che saranno determinanti per il cliente per scegliere il tuo brand al momento dell’acquisto.

Tutte le azioni che il marchio compie (dalla creazione del logo al design, dai caratteri tipografici alla musica… tanto per citarne alcune), fanno parte della costruzione della personalità del brand nella mente del cliente attraverso percezioni e sentimenti.

Queste pratiche promuovono non solo il prodotto, ma anche la sua creazione di valore. È più di un semplice prodotto, è ciò che il marchio è al centro. È la creazione di significato attraverso i simboli.

La strategia del tuo marchio dovrebbe definire chiaramente lo scopo, la visione, il DNA, la posizione, il valore e il cliente della tua azienda in modo che il tuo team possa prendere decisioni chiare, unificate e mirate per aiutare a far crescere la tua attività.
Dovrebbe concentrarsi sul quadro generale, ma includere una missione perseguibile in linea con i tuoi obiettivi aziendali a breve, medio e lungo termine.

Una strategia di branding ben definita e mirata dovrebbe ottenere quanto segue:

> Definire chiaramente la propria posizione nel mercato e il valore che fornisce ai clienti nuovi ed esistenti

> Creare un messaggio coerente aumentando la consapevolezza del marchio e la fiducia dei clienti

> Essere fonte di ispirazione fondamentale per tutte le azioni, i comportamenti e le decisioni che l’azienda mette in atto.

> Stabilire linee guida concrete per un migliore processo decisionale, pianificazione del budget e gestione del tempo

> Identificazione delle opportunità e priorità delle iniziative, ottimizzazione del tempo e degli investimenti finanziari

Strategia di marketing

Un buon marchio è ciò che distingue un’azienda. Idealmente, è anche l’elemento principale che guida tutte le tue strategie di marketing. Il branding funziona per attrarre e coltivare il tuo pubblico di destinazione e fidelizzare i tuoi clienti.

La tua strategia di marketing è una funzione della strategia del tuo marchio e del piano aziendale generale.

Il brand definisce la direzione a lungo termine e il marketing delinea le azioni a breve termine (quali tattiche utilizzerai per comunicare i messaggi chiave con i tuoi clienti).
Ciò può includere la tua strategia di contenuto, marketing digitale, sviluppo di campagne, social, pubblicità, PR, marketing al dettaglio, ecc.

La tua strategia di marketing è il veicolo che trasmette il messaggio del tuo marchio

La tua organizzazione potrebbe richiedere più piani di marketing contemporaneamente, ciascuno volto a raggiungere clienti diversi all’interno del tuo pubblico o a lavorare al servizio di prodotti e servizi diversi.

La strategia di marketing è in continuo mutamento

Una differenza significativa tra gli sforzi di branding e marketing è che uno rimane lo stesso e l’altro no.

La tua identità di marca dovrebbe essere coerente nel corso degli anni. Per te è un’opportunità per costruire un rapporto duraturo con i tuoi clienti, basato sulla conoscenza delle loro esigenze. Fidelizzare i clienti è uno degli obiettivi principali.

Potresti aggiornare la tua strategia di marketing in risposta alle prestazioni della campagna, alle esigenze dei clienti, alle tendenze e agli eventi esterni, ai budget e persino alle tattiche della concorrenza.

La tua strategia e le tue tattiche di marketing possono cambiare in base ai dati dei clienti, al successo delle campagne, alla tecnologia, alle tendenze, al budget, ecc.
La strategia del tuo marchio è la pietra angolare del tuo piano aziendale generale. È la tua tabella di marcia che ti guida verso la tua destinazione. Cambia solo se cambia la tua destinazione.

In che modo branding e marketing si completano a vicenda?

Nonostante le loro differenze, il marketing e il branding condividono diverse somiglianze. Sia il marketing che il branding hanno lo scopo di aggiungere valore per i clienti, creando un motivo per acquistare, utilizzare o condividere ciò che la tua azienda ha da offrire.

Senza una forte identità di marca, un piano di marketing fallirà e senza una campagna di marketing convincente, nessuno si preoccuperà del tuo marchio. Sebbene i due concetti siano nettamente diversi, funzionano anche come uno, influenzando le decisioni di acquisto e fornendo informazioni.

> Sia il marketing che il branding si collegano con l’ambiente e cercano di generare relazioni proficue a lungo termine con i consumatori. La differenza sta nel modo in cui questi obiettivi vengono realizzati.

> Nel marketing, il punto di partenza è una profonda comprensione del consumatore e delle sue esigenze, che gettano le basi per strategie e azioni successive. Nel caso del branding, il punto di partenza è all’interno dell’azienda che precede le azioni di marketing al fine di imprimere una filosofia nell’organizzazione, definire chiaramente l’identità e la ragione d’essere dei propri marchi al fine di raggiungere l’identificazione e la preferenza dei collaboratori, come prima istanza, e poi dei clienti.

> Mentre il marketing gestisce variabili come prodotto, prezzo, promozione e distribuzione, il branding si occupa di variabili come identità, costruzione del valore e strategie di marca.

> Il marketing è composto da una serie di azioni che supportano la vendita, il branding comunica valori e attributi che definiscono l’identità del marchio.

In conclusione

Il potere dei brand è sempre più importante in un mercato come quello attuale, caratterizzato da consumatori sempre più esigenti e informati che ricevono ogni giorno migliaia di messaggi pubblicitari e offerte commerciali e che hanno la possibilità di confrontarli all’istante.

I marchi (anche il tuo), sono principalmente un insieme di idee che aiutano a collegare una proposta di valore differenziata a un insieme di persone specifiche.

Il marchio è un intangibile che costruiamo nella nostra mente per essere in grado di prendere una decisione. Il brand, soprattutto, ci aiuta a rispondere a una delle domande più frequenti e impegnative che le persone ci pongono: “Perché dovrei scegliere te e non qualcun altro?”

Vuoi mettere ordine al tuo marketing digitale?

Gli ultimi articoli

Vuoi ricevere gratuitamente le novità del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.